rassegna letteraria

"La ragazza del collegio", una nuova avventura per l'Allieva

Sabato 16 ottobre Alessia Gazzola lo presenterà in anteprima a Vigevano, dialogando con Alessandra Tedesco

Davide Maniaci

07 Ottobre 2021 - 18:02

Un libro che nessuno di noi può aver già letto: l’uscita infatti è prevista per il 12 ottobre prossimo. Quattro giorni dopo, sabato 16, Alessia Gazzola lo presenterà in anteprima a Vigevano dialogando con Alessandra Tedesco, nell’ambito della Rassegna letteraria alle 17,30 alla Cavallerizza del Castello Sforzesco. “La ragazza del collegio” edito da Longanesi vede il ritorno del personaggio di Alice Allevi: con Claudio Conforti forma «la coppia più scintillante della medicina legale».

Del resto si tratta di romanzi di vita vissuta in prima persona, o quasi. Alessia Gazzola, messinese, classe 1982, è un medico legale ella stessa, anche se per ora «ha scelto di non esercitare per dedicarsi all’altra passione, quella della penna».
Galeotto fu il libro”, è il titolo di questa Rassegna (ventesima edizione), e quello dell’incontro è proprio “Galeotta fu… l’autopsia!”.

«La scrittura – rivela l’ospite – è la passione di sempre, dall’adolescenza in poi. La medicina è stata invece l’occasione sia professionale sia per l’ispirazione della vita, unire i generi “rosa” e “giallo”, sullo sfondo di indagini “scientifiche”. Così Alice Allevi, l’Allieva, anche protagonista di un telefilm in tre stagioni interpretato da Alessandra Mastronardi, è entrata nel cuore dei lettori». La medicina legale, una disciplina rigorosa, metodica, per la quale è necessario prendersi i propri tempi e saper scrivere bene. Anche la gestazione degli otto romanzi precedenti della serie è iniziata a ritmo lento. Tra la prima stesura nel 2007, anni in cui Alessia Gazzola era ancora all’università come specializzanda, e la pubblicazione de “L’Allieva” sono passati quasi quattro anni. L’ultimo prima de “La ragazza del collegio” è stato “Il ladro gentiluomo”, 2018. Poi un altro personaggio, Costanza Macallè, altre storie e altri mondi.

«Rivestire i panni di Alice – conclude – è stato complesso, ma l’ispirazione è genuina. Sembra quasi di “rimettere le pantofole dopo essere stata sui tacchi”. Il Covid non è menzionato nel romanzo: sarebbe troppo preponderante e diventerebbe il protagonista, e io non voglio».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Reti Sonore alla Casa Rotonda: la musica risveglia i luoghi

Reti Sonore alla Casa Rotonda: la musica risveglia i luoghi

l'evento

“Storie di Vino": sabato sul Ponte Coperto  degustazioni di vino ed altre eccellenze

“Storie di Vino": sabato sul Ponte Coperto degustazioni di vino ed altre eccellenze

pavia

Mede, riapre il teatro Besostri

Mede, riapre il teatro Besostri

il concerto

Inaugurata la mostra fotografica "Grandangolo"

Inaugurata la mostra fotografica "Grandangolo"

pavia

Il compleanno? Si festeggia al museo

Il compleanno? Si festeggia al museo

pavia, kosmos

Cultura, chi si ferma è perduto...

Un momento del confronto, sabato 2 ottobre 2021

Cultura, chi si ferma è perduto...

il confronto

Davide Rhoss, l'artista che dipinge con il bitume

Davide Rhoss, l'artista che dipinge con il bitume

Nel video l'intervista con l'artista originario di Mede

Giornata uggiosa? C'è sempre il cinema!

Giornata uggiosa? C'è sempre il cinema!

i film in sala

Inaugurata oggi al Castello Visconteo la mostra "Fons Vitae"

Inaugurata oggi al Castello Visconteo "Fons Vitae"

pavia