Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

i più vicini

Girovagando tra mercatini di Natale

Borgo San Siro, Cilavegna e Gropello Cairoli, Breme e Morimondo

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

02 Dicembre 2021 - 15:28

Girovagando tra mercatini di Natale

Artigianato e magia del Natale

Il mercatino di Natale a Breme tra i suggestivi portici dell'Abbazia di San Pietro

BREME Banchetti suggestivi all'ombra dell'Abbazia

“Abazia”, con una b, come veniva scritto nelle locandine in passato o “abbazia”, di certo un termine più consueto? Poco importa: saranno a Breme i mercatini di Natale più belli della Lomellina, aiutati dalla bellissima cornice dei portici dell’abbazia dedicati a San Pietro e alla solita organizzazione certosina che vede in prima linea l’ex sindaco Franco Berzero insieme alla Polisportiva
Bremese.

Tutto durerà lo spazio di una domenica, quella del 5 dicembre. Le bancarelle aprono alle
9,30 e andranno avanti per tutta la giornata. Proporranno soprammobili e oggettini a tema Natale creati dalle mani di sapienti artigiani, vegliati dall’atmosfera magica di un luogo millenario e dalla bruma autunnale, anticamera del freddo pungente. Un forte sapore di antico a lume di candela. Alle 15, come sempre, intrattenimento grazie al mago Izzo, mentre alle 16 partirà la visita guidata
gratuita ai monumenti romanici di Breme. Non solo l’abbazia di San Pietro ma anche la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta. Vestigia che riportano alla memoria quando i monaci benedettini, prima dell’anno Mille, scappando dall’abbazia di Novalesa distrutta dai saraceni fondarono quella di Breme. Infine, alle 17,30, la banda di Confienza saluterà tutti, col sole già tramontato da un po’, con un bel concerto natalizio.

«Trenta bancarelle - anticipa Berzero - e soggetti di Natale con la possibilità di acquistare la cesta lomellina, i regali tipici del territorio grazie ai commercianti. Accenderemo in anticipo le luminarie in paese: non l’8 ma già domenica, per far sì che i visitatori vedano una Breme colorata e allegra. Portiamo a casa la realizzazione un evento storico, classicissimo: la normalità è ancora lontana ma almeno rispetto al 2020 riusciamo ad allestirlo. Per questo motivo vorrei che chi c’è sempre stato negli anni scorsi, e sentiva la mancanza di Natale in Abbazia, sia il primo ad esserci».

In fascino del borgo fiabesco di Morimondo ne fa una delle tappe più gettonate nel periodo di Natale

MORIMONDO Mercatini sontuosi e un museo del presepe

Si tratta di uno dei mercatini di Natale più ambiti della zona non solo dai turisti ma anche dagli hobbysti: già prima dello scadere delle prenotazioni tutti i posti erano già sold out e nulla è servito insistere nella volata finale. Il Natale a Morimondo è ricco, e ci mancherebbe visto il fascino indiscusso del borgo fiabesco immerso nella nebbia e nei fontanili della valle del Ticino. Una meta rinomata che assume un fascino ancora più intimo e solenne quando il sole tramonta presto e tutto viene avvolto dalla foschia. Un programma ricco. In questo caso i mercatini non sono fissi e quotidiani, come avviene sulle Alpi, ma andranno avanti per tre domeniche (il 5, il 12 e il 19 dicembre, dalle 9 alle 18) e mercoledì 8 dicembre, giorno festivo.

Capanne in piazza San Bernardo: legno, artigianato, cose belle, calore umano. In ognuna di queste giornate la Pro Loco sarà in piazza a preparare cioccolata calda e vin brûlé per rendere i freddi pomeriggi invernali più dolci. Il programma dell’Avvento a Morimondo prevede anche altri appuntamenti. Eccoli: il 5, l’8, il 12 e il 19 dicembre alle 15 Babbo Natale in piazza e lettura delle fiabe della fata Natalina nella Casetta di Babbo Natale. Mercoledì 8 alle ore 16, in abbazia, ecco il coro di voci bianche “Peter Pan Choir”, dell’istituto comprensivo Orchidee di Rozzano, diretto da Marco Maiello. Domenica 12, stesso luogo – la gemma cistercense che domina il paese – tocca al Corotrecime (Abbiategrasso) e il coro “In Laetitia” (Vermezzo con Zelo). In ognuna di queste domeniche Babbo Natale farà visita ai bambini nella sua casetta dietro l’Abbazia.

Inoltre proseguono le visite all’abbazia, organizzate dal servizio attività didattica della fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo. Offrono ai visitatori un aiuto per conoscere la storia e l’architettura dell’edificio, ma soprattutto la cultura e la spiritualità delle quali esso è figlio. Il sabato e la domenica pomeriggio vengono effettuate visite all’intero complesso monastico solo su prenotazione (alle 10,30, 14,30, 15,30 e 16,30, durata un’ora circa). Sono generalmente visitabili con gli operatori didattici della fondazione il chiostro, la chiesa, la sala capitolare, le sale di lavoro dei monaci, la sala dei fondatori, il loggiato, il refettorio, il dormitorio. In base a particolari situazioni o esigenze il percorso può essere variato, ridotto o ampliato.

La sala capitolare del complesso monastico di Morimondo

Continuano anche le visite al chiostro, senza operatore didattico, il martedì, giovedì e venerdì dalle 11 alle 12,30 e dalle 14 alle 16. Il sabato mattina dalle ore 11 alle 12,30. I biglietti per la visita al chiostro possono essere acquistati presso l’infopoint di via Roma 3 (al secondo arco dal parcheggio).

Infine c’è il nuovo Museo del Presepio: inaugurerà sabato 18 dicembre alle 16. Si trova in via Comolli, ospita presepi e diorami di Santa Maria delle Grazie. Sarà visitabile anche il 19, 22, 23, 24, 26 e 30 dicembre e l’1, 2, 6, 7 8 e 9 gennaio. Di questo progetto si parlava da più di due anni grazie all’associazione SS Re.Ma.Gi, che si occupa della promozione e della diffusione dell’arte presepiale, della tradizione e dell’artigianato. Per informazioni e prenotazioni: 02.94961919.

“Sapori e decori” tinge il Natale del parco Togliatti a Cilavegna per due domeniche

SI FESTEGGIA ANCHE A CILAVEGNA, GROPELLO CAIROLI E BORGO SAN SIRO

La cultura dei mercatini di Natale ormai “tira”, e tira parecchio. Quasi ogni paese ha fatto sua un’usanza prima esclusivamente alpina, o comunque del mondo germanofono. Anche se spesso si tratta di poche bancarelle, l’atmosfera tipica dell’Avvento è autentica. Cilavegna propone per il secondo weekend consecutivo “Sapori e decori” al parco Togliatti. Sarà domenica 5 dicembre dalle 9 alle 18 circa. Organizza il gruppo di pensionati che prima della pandemia si prendeva cura dello spazio verde di via Milano. Già nella scorsa primavera, sempre a colpi di banchetti, avevano ridato vita al luogo. La referente è Maria Luisa Galli, anche consigliere di minoranza. L’ultimo mercatino natalizio era stato quello del 2019, poi più niente. Dodici mesi fa i pensieri erano ben altri. «Daremo la possibilità – dice Galli – ai bambini di visitare questo mini villaggio di Babbo Natale, allestendo anche uno stand. Poi le bancarelle degli hobbisti con birra brûlé, formaggio, miele, riso da aziende locali. Il classico piccolo mercatino natalizio».


La Pro Loco di Borgo San Siro è come sempre molto attiva. “Natale nel Borgo”, nome prosaico. Il mercatino a cura dei volontari è a intermittenza: giorni festivi e weekend. Si comincia sabato 4 (ore 15-18). Poi l’indomani, il 5, al mattino e mercoledì 8 per tutta la giornata con pausa pranzo dalle 12,30 alle 14,30. «Già da inizio dicembre, fino al 24 - aggiunge Viviana Rossi, presidentessa della Pro Loco - la biblioteca ospita durante gli orari di apertura il “calendario dell’Avvento”. Inoltre domenica 5 alle 10 nella sala polivalente Beccaria verrà consegnata una copia della Costituzione ai neodiciottenni, con annessa premiazione degli studenti meritevoli. In piazza Unità d’Italia al mattino il gruppo “Il Borgo fotografico” permetterà a tutti i bambini di farsi la propria foto con Babbo Natale, prima del lancio dei palloncini con gli elfi». Intanto la Pro Loco ha anche indetto i concorsi natalizi: luci, alberi e presepe. Le foto vanno inviate al sodalizio, e la premiazione sarà nel pomeriggio del 6 gennaio. Gli eventi continueranno il 15 dicembre alle 18, in chiesa, con la recita dei bambini dell’asilo Cantoni e il 17 alle 21 in oratorio col concerto in chiesa dell’oratorio, con la partecipazione del coro parrocchiale. Sempre la Pro Loco dopo la messa della vigilia di Natale offrirà sul sagrato cioccolata e vin brulé.

Mercatini anche a Gropello. Un’occasione che si rinnova da oltre vent’anni. Domenica 5 dicembre dalle 8 alle 18 in via Libertà, stand di prodotti alimentari di qualità (Igp, o Dop) di produzione locale di aziende certificate e Artisti dell’Artigianato a tema
natalizio con tante idee regalo. Dopo un 2020 da dimenticare il mercatino gropellese torna nella sua location originaria. Settanta bancarelle: tantissime, più degli allestimenti di tanti altri luoghi più popolosi e molto più rinomati.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400