Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

vigevano

In Locum Angelorum: la rassegna di Vespri d’organo per L'avvento

Si comincia sabato 4 dicembre alle 16,45 alla chiesa della Madonna della Neve

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

02 Dicembre 2021 - 12:09

Ritorna la rassegna di Vespri d’Organo per l’Avvento e il NataleIn Locum Angelorum”. Si comincia questo sabato 4 dicembre, alle 16,45, presso la chiesa della Madonna della Neve con la premiata organista cremonese Simona Fruscella, che siederà all’organo Biroldi del 1846. Il Vespro sarà preceduto alle 15,30 dall’inaugurazione del museo rinnovato della Confraternita della Morte. Si terminerà giovedì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, sempre alle ore 16,45 presso la chiesa di S. Bernardo con ospite l’organista siciliano Matteo Saverio Grasso, che siederà alla consolle dell’organo Mentasti del 1875.

La locandina della rassegna di Vespri d'Organo che prenderà il via sabato 4 dicembre

«Ma la vera “chicca” di questa undicesima edizione sarà il Vespro che si terrà sabato 11 dicembre alle ore 17 presso la chiesa di S. Francesco, dove all’organo Lingiardi del 1860 siederà il Maestro Maria Cecilia Farina di Pavia - spiega Mauro Banzola, presidente di Cantica Organi -. Esso sarà infatti seguito immediatamente dalla “Missa cum Organo” (ore 18), antica pratica liturgica della Santa Messa senza canto assembleare (fatto salvo per le parti proprie), ma col solo organo a sottolineare la liturgia di quella determinata domenica. La forma del Vespro d’Organo, difatti, non è un concerto, ma una vera e propria pratica liturgica, una “preghiera in musica” con brani che vengono accuratamente scelti per sottolineare le diverse domeniche di Avvento e Natale. Tale pratica, caduta un poco in disuso con la riforma del Concilio Vaticano II, è ancora ampiamente diffusa nelle liturgie Protestanti ed Anglicane, affiancata al canto degli “Oratori”».

Non mancherà infatti anche il canto che, proprio a proposito di liturgia, avrà un punto di spicco domenica 12 dicembre alle 16,30 presso la chiesa di S. Maria del Popolo, dove la Cappella Musicale della Cattedrale di Vigevano diretta da Don Paolo Lobiati, eseguirà il “Llibre Vermell de Montserrat”; si tratta un manoscritto conservato presso il monastero di Montserrat, vicino a Barcellona. Contiene una collezione di canti medievali e altre partiture liturgiche, risalente alla fine del Medioevo, quasi tutti dedicati alla figura della Vergine Maria.

Il canto tornerà anche domenica 19 dicembre alle ore 16,30 presso la chiesa dell’Immacolata (via Mons. Berruti), dove diversi cori uniti (tra cui il Piccolo Coro di S. Carlo) proporranno un excursus dei canti liturgici tradizionali del tempo di Avvento e Natale, provenienti soprattutto dalla tradizione luterana e anglicana.

Un modo, dunque, quello dei Vespri di “In Locum Angelorum”, per riflettere sui giorni d’attesa che ci prepariamo a vivere. E per ridarci un poco di speranza durante il nostro cammino in questa lunga notte buia della pandemia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400