Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

dal 29 maggio

Musica a San Dionigi: spazio ai giovani

La rassegna offerta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano diretta dal Centro di Musica Antica Ghislieri

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

17 Maggio 2022 - 15:22

Dal 29 maggio torna l’appuntamento con “Musica a San Dionigi”, la rassegna musicale della Fondazione Piacenza e Vigevano e diretta dal Centro di Musica Antica Ghislieri e dal direttore artistico Giulio Prandi, che, ancora una volta, ha scelto di dare largo spazio ad artisti giovani, ma di grande talento, che porteranno letture fresche e innovative del repertorio musicale e antico.

Il maestro Giulio Prandi, direttore artistico della rassegna musicale

La rassegna prederà il via domenica 29 maggio con un primo ciclo di tre concerti, che si terranno prima del caldo estivo, per poi riprendere a settembre con un ciclo autunnale. Nell’ambito della residenza presso il Centro di Musica Antica Ghislieri, apre la stagione l’ensemble Tamuz il 29 maggio alle ore 17 presso l’Auditorium San Dionigi con un programma intorno al Quintetto per archi con due violoncelli. Genere che vede la luce grazie all’opera del compositore e violoncellista lucchese Luigi Boccherini nella seconda metà del Settecento, il Quintetto con due violoncelli trova probabilmente una delle sue espressioni più alte nel Quintetto in Do maggiore D 956 di Franz Schubert (1828). Ispirato dallo studio approfondito della prassi storica e dall’utilizzo di strumenti originali, l’ensemble Tamuz si propone di infondere nuova forza espressiva a queste pagine del Classicismo.

L'ensemble Tamuz


Il secondo appuntamento, il 19 giugno alle ore 17 sempre a San Dionigi, avrà come protagonista un “rising ensemble” del progetto europeo EEEMERGING+: La Palatine. Normalmente dedito alla musica francese, il gruppo quest’anno affronterà il repertorio italiano concentrandosi sul tema delle passioni e dei sentimenti. Una particolarità: l’ensemble ha in atto una collaborazione con il Monteverdi Festival e Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona, che gli daranno ospitalità per una residenza di studio.

L'ensemble La Palatine


Il primo ciclo di Musiche in San Dionigi si chiuderà il 3 luglio con un concerto serale (ore 21) presso la Chiesa di San Pietro Martire. Ad andare in scena sarà la prima esecuzione della tournée europea del progetto musicale dell’Ambronay EEEMERGING+ Academy, l’orchestra laboratoriale di alta formazione per giovani musicisti che quest’anno ha come Maestro preparatore la violoncellista Ophélie Gaillard. Per lo svolgimento dell’attività, il laboratorio prevede anche la collaborazione di un gruppo EEEMERGING+ e il coinvolgimento del quartetto d’archi olandese Butter Quartet. Il concerto – durante il quale saranno eseguiti brani di Mozart, Haydn e Boccherini - esplora un periodo affascinante della storia della musica in cui la razionalità dell’Illuminismo e il fuoco del primo Romanticismo hanno alimentato un discorso musicale in piena mutazione, in un momento in cui tra l’altro la nascita della democrazia sconvolgeva le corti europee.

La violocellista Ophélie Gaillard


«Nell’anno in cui festeggiamo i 30 anni dall’istituzione della nostra Fondazione è per noi particolarmente significativo promuovere questa rassegna musicale che così bene coniuga il passato e il futuro», è il commento di Luigi Grechi, vicepresidente di Fondazione.


Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria inviando una mail a: biglietteria@ghislieri.it

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400