La sentenza

Clir, batosta al Tar: respinto il ricorso contro Robbio e Cilavegna

Legittima la decisione dei due Comuni di mettere a bando il servizio di igiene ambientale

Ilaria Dainesi

08 Luglio 2019 - 17:20

Clir, batosta al Tar: respinto il ricorso contro Robbio e Cilavegna

La sede del Clir a Parona

La società è stata condannata a pagare le spese di liti. Il sindaco Roberto Francese: «Ora chi pagherà queste spese? Chi ha deciso di farci causa o saranno i cittadini?».

I giudici del tribunale amministrativo hanno respinto il ricorso presentato dal Clir contro i comuni di Robbio e Cilavegna che lo scorso anno avevano messo a gara il servizio di igiene ambientale. Servizio prima svolto dalla società, con sede a Parona, di cui sono i comuni sono soci (in realtà Cilavegna ha da tempo avviato l'iter di uscita, organizzando già mesi fa un'asta per vendere le proprie azioni). Il Cda del Clir aveva deciso di presentare ricorso al Tar, chiedendo l'annullamento del bando di gara e dell'affidamento del servizio insieme a tutti gli atti successivi. Una decisione, però, che non era stata votata all'unanimità dalla governance aziendale del Clir: il consigliere Antonello Galiani aveva infatti espresso voto contrario. La procedura di gara si è conclusa con l'affidamento alla società Sangalli, che da gennaio 2019 sta svolgendo il servizio a Robbio e Cilavegna. I giudici del tribunale amministrativo hanno condannato il Clir al pagamento delle spese di lite: 5 mila euro, oltre agli accessori di legge, a favore dei Comuni di Robbio e Cilavegna, 4 mila euro a favore della Sangalli e 1500 euro alla Helix ambiente società cooperativa, che aveva partecipato al bando di gara. Da capire se il Clir intenda, o meno, rivolgersi al Consiglio di Stato. A poche ore dalla pubblicazione della sentenza, il sindaco di Robbio Roberto Francese commenta: «Con immenso piacere e soddisfazione comunico che abbiamo "stra-vinto" il ricorso fatto dal Clir contro i nostri comuni. Secondo il tribunale abbiamo pienamente ragione e ha respinto ogni richiesta di Clir.  È una vittoria contro il sistema di rifiuti classico. Vince l'ambiente, la buona gestione e il risparmio. Chissà se le spese di questa sonora sconfitta verranno pagate da chi ha deciso di farci causa o il Clir le farà pagare ai cittadini. Il Clir dovrebbe iniziare a lavorare per realizzare un buon servizio, anziché continuare a spendere i soldi dei cittadini in inutili cause legali».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

Pavia, manutenzione del verde: le criticità

il sopralluogo

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

Conferita la Gran Croce ad Angelo Grassi

oggi a mede

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

Eleonora Braghieri, passione cosplayer

pavia

Mede, festa in piazza per i diciottenni

Mede, festa in piazza per i diciottenni

ieri

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

Oasi di Sant'Alessio, la riapertura

natura

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

Anticorruzione e buon andamento della pubblica amministrazione

pavia

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

Marisa Mulazzi, miss mamma 2018, è ancora in gara

voghera

Trenini turistici, si torna a bordo

Trenini turistici, si torna a bordo

pavia

Teatro Fraschini, via ai restauri

Teatro Fraschini, via ai restauri

pavia