Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

in arrivo

"Corro da te", con Pierfrancesco Favino e Miriam Leone, dal 17 marzo al cinema

Il nuovo film di Riccardo Milani che parla di disabilità

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

10 Marzo 2022 - 17:32

“Il Cinema italiano da oggi ha il suo film sulla disabilità, un racconto bellissimo, come è la vita di tutti noi, anche di fronte a difficoltà, pregiudizi, barriere. E noi siamo orgogliosi di avere contribuito alla realizzazione di questo progetto” dichiara Andrea Ferretti, Presidente di PEBA Onlus. Distribuito da Vision Distribution, in uscita nelle sale il 17 marzo 2022, diretto da Riccardo Milani, "Corro da te" è il film prodotto da Wildside e Vision Distribution in collaborazione con Sky e Prime Video che vede nel cast, tra gli altri, Pierfrancesco Favino e Miriam Leone, con la partecipazione speciale di Michele Placido.

I protagonisti del film: Miriam leone e Pierfrancesco Favino (foto Claudio Iannone)

Corro da Te ha però una seconda storia, molto bella da raccontare, ed è il percorso che ha avuto la sua realizzazione, perché Wildside e il regista, da subito hanno voluto al loro fianco le persone e le realtà che ogni giorno vivono e si occupano del tema della disabilità. Questo ruolo è stato affidato da Wildisde a TILT s.r.l. di Silene Mosticchio che ha coinvolto e voluto fortemente l’associazione PEBA Onlus, ente no-profit impegnata sui temi dell’inclusione sociale delle persone con disabilità e nella lotta all’eliminazione delle barriere culturali e architettoniche nel nostro paese.

La locandina

Corro da Te è una commedia romantica che racconta dell’incontro tra Gianni e Chiara, e racconta le paure che ciascuno di noi prova di fronte alla diversità che deriva da una disabilità. Nessuno di noi pensa alla disabilità quando pianifica la propria vita, e Gianni (Pierfrancesco Favino) non fa eccezione in questo, anzi considera la disabilità un handicap che rende la vita un incubo, lontana dalla normalità. Presto però si rende conto di come Chiara abbia una vita piena e completa, fatta di sogni, passioni, lavoro, e affetti, tanto da innamorarsi di lei, cosa che non gli era mai capitata prima con nessuna altra donna. Gianni, fingendosi disabile per scommessa, ha modo di provare sulla propria pelle le difficoltà quotidiane prima, ed i pregiudizi della nostra società poi, che le persone con disabilità affrontano ancora oggi. Si sveglia di notte, sperando di risvegliarsi con le proprie gambe, cambia il modo di definire le persone, da handicappate a persone con disabilità, vive le difficoltà di muoversi per la strada o dentro casa sua con una carrozzina.

Miriam Leone interpreta magistralmente il ruolo di Chiara, calandosi nel personaggio di una ragazza paraplegica, lavorando duramente durante i ciak delle riprese e durante la lavorazione del film, affiancata da PEBA Onlus, per comprendere pienamente cosa prova una persona con disabilità, e come può fare a muoversi, fare sport, vivere una vita piena nonostante le barriere, gli ostacoli e i pregiudizi della gente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400