Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

il progetto

“Leo e Giulia”: il cartone animato che parla di vaccini

L'iniziativa promossa da Università di Pavia e Università Vita-Salute San Raffaele di Milano con il supporto di Ministero e ISS

Annalisa Vella

Email:

annalisa@ievve.com

29 Marzo 2022 - 10:05

Dopo il primo episodio uscito nel 2020, “Leo e Giulia: Noi come voi!”, cartone animato di divulgazione scientifica, torna con un nuovo capitolo, dedicato ai vaccini.
Il progetto di educazione sanitaria rivolto ai più piccoli, è stato finanziato dal Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca del Ministero dell’Università, e realizzato delle Università di Pavia e Vita-Salute San Raffaele di Milano, in collaborazione con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità.

Se il primo capitolo era incentrato sul far comprendere ai bambini delle scuole primarie il razionale scientifico delle misure di contenimento, in questo secondo capitolo i due simpatici protagonisti scoprono insieme come funzionano davvero i vaccini e cosa si intende per immunità di comunità; questo in un momento in cui la vaccinazione nella fascia 5-11 anni in Italia sta registrando una fase di stallo con solo il 37% dei vaccinati e il virus che circola massivamente nella fascia di età scolare.

Tra i referenti scientifici del progetto Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, il Presidente ISS Silvio Brusaferro, il Direttore della Prevenzione del Ministero Gianni Rezza, e il virologo del San Raffaele Roberto Burioni.

L’idea di Leo&Giulia nasce dalla Professoressa Anna Odone, ordinario di Igiene all’Università di Pavia e Membro del Consiglio Superiore di Sanità, che commenta: “Considero l’educazione sanitaria un pilastro fondamentale della sanità pubblica e sono convinta che rivolgersi direttamente ai bambini per trasmettere contenuti scientifici sia di estrema importanza. Oltre a riconoscere ai più piccoli il diritto all’informazione – continua Anna Odone - possiamo fornire loro gli strumenti conoscitivi necessari per avere un ruolo attivo nel controllo della pandemia, per farsi tramite di promozione della salute in famiglia, e, più in generale per diventare cittadini informati e consapevoli”.

Il video, prodotto da Maga Animation Studio, è disponibile sulla piattaforma YouTube.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su L'informatore

Caratteri rimanenti: 400